Summary

Sensori induttivi washdown Food-grade (per alimenti) del produttore svizzero Contrinex sono completamente compatibili con le severe norme igieniche del settore lattiero-caseario, contribuendo a massimizzare l’utilizzo degli impianti durante la produzione continua di prodotti alimentari a base di latte. Con il grado di protezione IP68 / IP69K, sensori washdown in acciaio inox della Contrinex resistono sia ai detergenti chimici aggressivi che ai getti d’acqua ad alta pressione, offrendo soluzioni altamente affidabili per gli ambienti operativi più gravosi. I sensori Food-grade sono disponibili con IO-Link, un protocollo di connessione di serie standard, fornendo la comunicazione digitale in applicazioni washdown senza alcun costo aggiuntivo.

Vantaggi per il cliente

  • Massimo utilizzo impianti sottotosti ad igenizazzione sanitaria
  • Nessun tempo morto
  • Comunicazione digitale, senza la necessità di cavi speciali
  • Eccezionale capacità di monitoraggio e di controllo di processo
  • Veloce, facile configurazione e riconfigurazione

Vantaggi specifici del prodotto

  • Sensori resistenti alla corrosione, compatibili con gli alimenti
  • Grado di protezione IP68 / 69K
  • interfaccia IO-Link
  • Estremamente robusti Full-Inox (Custodia in un unico pezzo in acciaio inossidabile; Fattore 1 su acciaio e alluminio; Certificazione Ecolab)

Applicazione del cliente

La pulizia è fondamentale negli impianti di lavorazione degli alimenti e delle bevande, a maggior ragione nel settore lattiero-caseario. Un solo caso di contaminazione durante il processo produttivo può comportare la distruzione di svariati lotti di latticini o, ove non rilevato, determinare danni alla salute di natura grave o addirittura letale per chi consuma i prodotti infetti. Non sorprende quindi che per gli operatori del settore lattiero-caseario il rispetto dei più rigorosi standard igienici sia un dovere. La contemporanea necessità di massimizzare l'efficienza degli impianti richiede inoltre metodi di pulizia rapidi. Per evitare lunghi intervalli di mancata produzione tra i lotti, gli stabilimenti alimentari utilizzano di norma sistemi di cleaning in place (CIP) e lavaggio intensivo ad alta pressione. Le attrezzature produttive destinate alle aree di lavaggio devono quindi essere resistenti a detergenti chimici aggressivi e a getti d'acqua ad alta pressione, un requisito che si estende anche ai sensori utilizzati in queste aree.

Soluzione del cliente

La gamma Contrinex Washdown di sensori induttivi per uso alimentare soddisfa perfettamente tutte queste esigenze. I dispositivi delle linee (Classics) serie 600 e Full Inox serie 700 sono certificati per un funzionamento affidabile a ciclo continuo in condizioni difficili. Hanno un grado di protezione IP68/IP69K, resistono a pressioni fino a 80 bar e alla corrosione e sono ideali per l'uso nel settore alimentare. Il rilevamento della presenza e della posizione di attrezzature o materiali in ogni fase richiede sensori accurati e reattivi. I sensori induttivi Contrinex Washdown sono perfettamente all'altezza di questi compiti. La gamma di questi sensori induttivi con montaggio completamente a filo include corpo e superficie attiva in acciaio inox AISI 316L /V4A con diametro M12, M18 o M30 (linea Full Inox) oppure corpo in acciaio inox AISI 316L/V4A con diametro M12 e superficie attiva in PPS (polifenilsolfuro) omologata FDA (linea Classics) e offre una soluzione estremamente robusta per gli ambienti di lavoro più impegnativi. Le uscite standard PNP o NPN con connettore M12 integrato e cavo con grado di protezione IP69K garantiscono la perfetta compatibilità con tutti i sistemi presenti in fabbrica. Controllo del flusso durante la lavorazione dei prodotti lattiero-caseari La maggior parte dei latticini ottenuti sia da latte crudo che pastorizzato vengono sottoposti durante le prime fasi produttive a svariati processi, accomunati tutti da due aspetti che richiedono sistemi di controllo del flusso precisi ed affidabili: trasporto e cleaning in place (CIP). In entrambi i casi, i sensori induttivi per applicazioni Food and Beverage garantiscono la correttezza della sequenza di lavoro. Gli ingegneri di processo utilizzano tubazioni dedicate in acciaio inossidabile per trasportare ingredienti liquidi da una stazione a quella successiva. Il flusso viene di norma gestito grazie a valvole di controllo munite di attuatori elettrici, idraulici o pneumatici. A seconda dei requisiti di processo, valvole a due vie o multiporta, spesso del tipo a stelo rotante, distribuiscono il latte crudo dalle cisterne a ciascuna stazione in sequenza mantenendo le portate e i limiti volumetrici specificati. Sensori linea Classics Washdown per il rilevamento di posizione Il rilevamento della posizione di un attuatore per valvola rotativa è uno dei compiti più comuni svolti dai sensori induttivi per applicazioni Food and Beverage della linea Classics Washdown di Contrinex. In questo tipo di applicazione non è necessario che le superfici attive in PPS resistano a temperature o pressioni estreme; inoltre, la distanza di rilevamento pari a 2 mm di questi dispositivi con diametro M12 è assolutamente perfetta per l'uso richiesto. Questi sensori si interfacciano direttamente con vari controller di processi industriali e forniscono in tempi rapidi e a basso costo una conferma dello stato delle valvole di controllo. Una volta ultimata la lavorazione di ciascun lotto e dopo aver svuotato tutte le vasche, viene avviata la pulizia CIP ad anello chiuso. In numerosi casi i gestori degli impianti si avvalgono di traverse per garantire la separazione dei flussi CIP e di processo. Una traversa di separazione dei flussi utilizza un collettore multiporta che crea un'interruzione fisica tra i flussi come previsto dalle buone pratiche di fabbricazione (GMP). Il collegamento tra le porte avviene manualmente tramite tubi a U con feedback di posizione inviato da sensori induttivi montati sulla traversa. Sensori linea Full Inox Washdown per il rilevamento di presenza La realizzazione di collegamenti manuali comporta un maggior rischio di contatto tra gli elementi assemblati. I sensori in acciaio inossidabile per applicazioni Food and Beverage della linea Full Inox Washdown di Contrinex si caratterizzano per la straordinaria resistenza ad urti meccanici combinata a distanze di rilevamento più ampie. Vari di questi dispositivi con diametro M30, collocati in punti prestabiliti su ciascuna traversa, rilevano la presenza di un riferimento di posizione sui tubi di collegamento e confermano la correttezza dell'interconnessione tra le porte prima di iniziare la pulizia CIP. Grazie agli involucri in acciaio inossidabile anti-corrosione realizzati in unico pezzo, queste unità caratterizzate da una distanza di rilevamento di 20 mm proteggono dai danni derivanti da urti e resistono anche al contatto accidentale con soluzioni detergenti aggressive per procedure di CIP. Sensori linea Full Inox Washdown per il controllo di posizione L'esigenza di accuratezza a livello di rilevamento di posizione non finisce qui. Anche per le lavorazioni successive durante la produzione di formaggi molli vengono utilizzati sensori induttivi per applicazioni Food and Beverage altamente affidabili, che garantiscono un efficace controllo delle operazioni quotidiane. La produzione del caglio rappresenta la fase fondamentale nella produzione del formaggio. Il caglio per i formaggi a pasta molle viene di solito prodotto in grandi vasche in acciaio inossidabile in cui si mescola il latte con un agente cagliante e si riscalda gradualmente fino alla separazione del caglio dal siero. Lame meccanizzate tagliano le particelle di caglio alle dimensioni desiderate e la vasca viene poi rovesciata per scaricare prima il siero e poi il caglio. Il controllo è essenziale in questa fase per evitare di danneggiare il caglio. La vasca ruota lentamente intorno ad un albero di supporto orizzontale. I sensori induttivi per applicazioni Food and Beverage della linea Full Inox, montati direttamente su un lato della vasca, rilevano la posizione di una camma sull'albero e confermano il grado di rotazione angolare ad intervalli predefiniti. Questi dispositivi in acciaio inossidabile realizzati in unico pezzo, con diametro M18 e distanza di rilevamento di 10 mm, sono ideali per questo tipo di esigenze. Sensori linea Full Inox Washdown per riempimento e confezionamento Successivamente, durante le operazioni di riempimento e confezionamento, la produzione di formaggi molli su scala industriale fa largo uso dei sistemi di rilevamento di posizione. Vasche di formaggi ermeticamente chiuse vengono trasportate dalle stazioni di riempimento su corsie singole; accanto ad ogni trasportatore sono montati cilindri pneumatici che smistano le varie vasche nelle aree di confezionamento in preparazione per l'immagazzinaggio. In questi casi è essenziale controllare con accuratezza la posizione del pistone: la mancata sincronizzazione dell'estensione del cilindro con il movimento del trasportatore può infatti comportare danni ai prodotti ed eventualmente alle attrezzature. Due sensori per applicazioni Food and Beverage con diametro M12 della linea Full Inox di Contrinex, integrati nella parete di ogni cilindro, rilevano la presenza del pistone quando arriva a fine corsa in ciascuna direzione. Questi dispositivi estremamente robusti resistono a pressioni fino a 80 bar (1160 psi) e funzionano in maniera affidabile e precisa anche quando esposti alle pressioni di esercizio all'interno del cilindro. Sensori con interfaccia IO-Link Un altro requisito comune delle aziende di produzione è la comunicazione all'interno degli stabilimenti. Nel novembre 2014 Contrinex ha annunciato la disponibilità di IO-Link per tutti i sensori in cui sia integrata la tecnologia brevettata ASIC di sua proprietà. IO-Link, un protocollo di collegamento seriale standardizzato punto-punto per sensori e attuatori, presente senza costi aggiuntivi su tutti i sensori PNP normalmente aperti, offre i vantaggi della comunicazione digitale in aree soggette a lavaggi industriali senza la necessità di ricorrere a cablaggi speciali. Nella produzione lattiero-casearia i processi sono a ciclo continuo e la presenza di sistemi diagnostici elimina praticamente la necessità di interventi manuali. Un sensore munito di IO-Link, se interrogato, comunica i propri ID costruttore e ID prodotto e consente quindi agli integratori di sistemi di stabilire da remoto che il sensore giusto si trova nel posto giusto. I sensori con IO-Link per applicazioni Food and Beverage di Contrinex dispongono inoltre di una funzione di autodiagnosi su richiesta che conferma in ogni momento il funzionamento senza errori. I progettisti di sistemi sono anche in grado di modificare il segnale di uscita. Un ritardo nell'impulso di commutazione può tenere conto del tempo di percorrenza tra il sensore e il corrispondente punto di azionamento, mentre un'estensione dell'impulso garantisce che i dispositivi slave con tempi di risposta lunghi si attivino in maniera affidabile anche ad elevate velocità di produzione. Infine, ogni sensore presenta una funzione di verifica dello stato di uscita in base ai dati di taratura di fabbrica. Se il segnale di uscita di un sensore è al di fuori di un intervallo corrispondente ad una distanza tra l'80 e il 100% del suo valore nominale, viene attivato un segnale di allarme che indica la necessità di effettuare un controllo. Per gli ingegneri di processo che lottano quotidianamente con le scadenza, la tranquillità è un valore prezioso. Sensori Contrinex per l'industria alimentare I sensori per applicazioni Food and Beverage delle linee Classics e Full Inox di Contrinex rappresentano una soluzione robusta, economica ed igienica per le industrie alimentari e farmaceutiche sia locali che multinazionali. Contrinex fornisce supporto tecnico e commerciale tramite un'estesa rete di distribuzione internazionale, in modo da consentire a ogni cliente di accedere al know how dei nostri esperti e ad applicazioni direttamente pertinenti. La struttura in acciaio inossidabile e l'utilizzo gratuito del protocollo standard IO-Link garantiscono la costante associazione di prestazioni di alto livello e affidabilità, anche nei casi più complessi.